Il dottor Francesco Pastore, presidente dell'associazione  S.I.M.B.A., nei giorni 9 e 16 aprile 2019, ha tenuto una lezione interattiva sulle manovre di disostruzione pediatriche.

Ogni anno in Italia circa 50 famiglie sono distrutte dalla morte di un bambino per soffocamento da corpo estraneo. Secondo i dati ufficiali dell’ISTAT il 27% delle morti classificate come “accidentali”, avviene per soffocamento causato da inalazione di cibo o di “corpo estraneo” (palline di gomma, prosciutto crudo, insalata, caramelle gommose, giochi etc. etc.). Ma la causa principale è che chi li assiste nei primi momenti di solito non è preparato a queste manovre, e può causare conseguenze disastrose quali quella di tentare di afferrare direttamente il corpo estraneo nella bocca con le dita o di scuotere vigorosamente il bambino tenendolo per i piedi. La mancanza di competenze può essere quindi dannosa.

Per questo motivo, cinque anni fa il dottor Francesco Pastore, ha voluto costituire una associazione culturale da cui è poi è scaturito un centro di formazione affiliato alla Società Italiana  di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS), e Training Site dell’American Heart Association (AHA) la più grande organizzazione al mondo che eroga corsi di formazione sulle manovre di rianimazione cardio-polmonare di base, sull’uso del defibrillatore e sulla conoscenza delle manovre di disostruzione da corpo estraneo per adulti, bambini e lattanti.

Il nome dell’ associazione S.I.M.B.A. ovvero Salviamo Insieme con la Manovre per la vita Adulti e Bambini, richiama la “mission”: infatti il centro di formazione vuole diffondere sul territorio queste nozioni a quanta più gente possibile, perché solo così si potranno ottenere risultati. 

In qualità di Formatore Nazionale di PBLSD (Supporto di base delle funzioni vitali nel lattante e nel bambino con utilizzo di defibrillatore), ha proposto l’illustrazione di  semplice manovre con successiva dimostrazione pratica, per dare ai partecipanti la consapevolezza che piccole azioni, eseguite consapevolmente, possono salvare una vita.

Il grande impegno nella diffusione della conoscenza, oltre a portare con sé un messaggio etico sul valore della vita, apre la mente all’approccio all’emergenza nella popolazione, rendendo più consapevoli e preparate tutte quelle persone che vivono o lavorano accanto ad un bambino e che dovrebbero sempre sapere come comportarsi in caso di bisogno.

L’incontro è stato aperto a tutti, ma indirizzato soprattutto a quanti hanno a che fare quotidianamente con i bambini, fornendo loro quelle nozioni semplici alla portata di tutti, come stabilito dalle linee guide internazionali ILCOR 2015.

 

 

 

Link al sito SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale)
per la visione di materiale video e illustrativo